1

tribunale aula b vuota dye

VERBANIA - 01-07-2022 -- Ha patteggiato tre mesi, 20 giorni e 100 euro di multa (con pena sospesa) il 27enne d’origine siciliana arrestato il 9 giugno scorso per furto e violenza privata dai carabinieri di Stresa. Nello stesso pomeriggio s’era reso protagonista di un diverbio con un artigiano per un sorpasso azzardato a Baveno chiuso con il furgone bloccato, il conducente minacciato con un coltello e privato delle chiavi del mezzo; e del furto d’un portafogli con 80 euro a una cliente di un bar di Fondotoce. I militari, ricevute le due segnalazioni, lo stavano cercando nelle vie alla periferia di Verbania quando si sono imbattuti nella Renault Scenic da lui condotta e a bordo della quale c’era un’altra persona, la donna che lo ospita a Verbania. Dopo l’arresto, nel procedimento per direttissima conseguente, ha scelto di patteggiare, concordando con la Procura una pena -sospesa poiché incensurato- di poco inferiore ai quattro mesi. Resta aperto un altro fascicolo per guida in stato di ebbrezza, poiché poco prima di finire in manette, ritenuto che fosse in stato alterato, è stato sottoposto dai carabinieri all’alcoltest, risultando positivo con un tasso di 1,31 grammi per litro.