1

1655195186866

LOCARNO - 08-08-2022 -- Oggi, sesto giorno di Festival, nel pomeriggio, con la proiezione di Prologos (2021), la rassegna di Locarno rende omaggio al direttore Mantas Kvedaravicius, tragicamente deceduto durante l'assedio militare russo di Mariupol. Il regista e antropologo lituano, specializzato in documentari, stava tentando di lasciare la città assediata quando l'auto sulla quale viaggiava è stata colpita da un razzo, era lo scorso aprile.

Oggi è anche la giornata di "Gigi la legge" (foto), il nuovo film di Alessandro Comodin, secondo film italiano in gara al concorso internazionale di questo 75mo Festival di Locarno, dopo "Il Pataffio", andato in scena nei giorni scorsi. Per Comodin, che nel 2011 aveva vinto il Pardo d'oro nella sezione "Cineasti del presente" è il terzo lungometraggio in carriera. Ambientato nel piccolo centro di san Michele al Tagliamento, in Veneto, il film racconta di Gigi, vigile di campagna in un paese dove sembra non succedere mai niente. Un giorno, però, una ragazza si uccide sotto un treno. Non è la prima volta. Lì comincia un’indagine su un’inspiegabile serie di suicidi in uno strano mondo di provincia a metà tra realtà e fantasia, dove un giardino può anche essere una giungla e un poliziotto avere un cuore sempre pronto ad innamorarsi e a sorridere.
Nel cast: Pier Luigi Mecchia, Ester Vergolini, Annalisa Ferrari, Tomaso Cecotto, Massimo Piazza, Mario Fontanello, Mario Pizzolitto, Ezio Massarutto, Ulisse Buosi, Rebecca Martin.
Per il Concorso internazionale oggi è il giorno anche di Tengo sueños eléctricos, primo film della regista originaria del Costa Rica Valentina Maurel.