1

252165494 4807564732588085 8026066522047975943 n

CREVOLADOSSOLA - 23-09-2022 -- "Che onore essere essere stati premiati tra i migliori vini d’Italia da Slow Wine, è un grande piacere vedere riconosciuti il nostro lavoro e la qualità del vino ossolano da una guida così autorevole". Così sulla pagine FB delle cantine Garrone si commenta il riconoscimento ottenuto da Slow Food con l'inserimento del "Valli Ossolane Nebbiolo Superiore Prunent 2019" tra i "top wine" nella guida ai vini 2023 di Slow Food. Eccellenti caratteristiche organolettiche unite alla capacità di condensare nel bicchiere caratteristiche legate al territorio e non da ultimo, un buon rapporto qualità-prezzo, rendono il vino ossolano meritevole del riconoscimento. Si legge nell'anteprima della guida: "Oltre ad avere una qualità organolettica eccellente, riesce a condensare nel bicchiere caratteri legati a territorio, storia e ambiente. L' attribuzione di questo simbolo implica l'assenza di diserbo chimico nei vigneti. II Vino Slow risponde anche al criterio del buon rapporto tra la qualità e prezzo, tenuto conto di quando e dove è stato prodotto". Un riconoscimento che premia anche il lavoro di questa famiglia di vignaioli che da oltre cento anni hanno scommesso sull'Ossola e il suo antico Prunent. Nel 1921 Luigi Garrone e Pierina Dessimone si trasferirono dal basso Piemonte per avviare una propria attività a Domodossola. "Sono passate le generazioni (quattro) ma il credo è sempre lo stesso: passione e professionalità.
Un grazie particolare a tutti i clienti ed estimatori che ci hanno accompagnato in questo secolo, gran parte del nostro successo è merito vostro" scrivevano i Garrone in occasione del centenario dell'azienda.

Le cantine premiate e i "top wines" del Piemonte saranno presenti alla grande degustazione che si terrà a Milano sabato 8 ottobre 2022.
A partire dalle 14.00 – e fino alle 20.00 – negli ampi spazi di Superstudio Più, in Via Tortona 27, si apriranno i banchetti di assaggio con la presenza diretta dei produttori, a cui si aggiungerà una mega enoteca suddivisa per regioni gestita dai sommelier della Fisar: in definitiva ci saranno più di 1.500 vini da assaggiare.
Il costo del biglietto d’ingresso è di 49 euro (39 euro per i soci Slow Food), e comprende anche una copia della guida Slow Wine 2023.

304095052 5721303647880851 2881021834349354158 n