1

intra panorama4

VERBANIA - 23-09-2022 -- Sono trascorsi 30 anni dall'istituzione del Parco nazionale e 12 anni da quel Consiglio Comunale del 29 novembre 2010 col quale veniva approvata all'unanimità la mozione che impegnava la Giunta ad operare per richiedere l’adesione all’Ente Parco nazionale della Val Grande. Dopo 12 anni e una montagna di discussioni e carte bollate, il 29 settembre prossimo la Conferenza stato regioni sancirà l'ingresso di Verbania nell'ente, un ampliamento che avrà il via libera definitivo con la firma, successiva, del decreto da parte del presidente Mattarella. Ma a questo punto non dovrebbero esservi più ostacoli. Verbania sarà finalmente nell'area protetta attraverso una fascia di continuità che passa dal Motto di Unchio per arrivare a Cossogno (comune del Parco), ma troveremo anche Ornavasso e Mergozzo nella nuova pianta. "L'abbiamo saputo ieri - commenta il sindaco Marchionini - eh sì, il 29 alle 11 ci saremo. La perimetrazione è corretta e finalmente ci avviciniamo ad un traguardo storico per Verbania".
Nel dicembre del 2019 gli organi del parco avevano approvato la nuova proposta di ampliamento. Con il parere favorevole della Comunità del Parco (unico voto contrario tra i presenti quello del comune di Beura Cardezza) e l'approvazione all'unanimità del Consiglio Direttivo dell'Ente si era infatti deliberato un ampliamento del territorio protetto che interessa tre comuni del parco (Caprezzo, Cossogno e Vogogna) e tre nuovi comuni (Mergozzo, Ornavasso e Verbania) con territori limitrofi uniti all'area senza soluzione di continuità. Un ampliamento per complessivi 2.423 ettari, con un incremento pari al 16,61% della superficie attuale.
La proposta di ampliamento risultava già negli obiettivi del Piano di sviluppo economico e sociale (PPES) del parco (giugno 2002) che vedeva nella crescita dell'area protetta un importante fattore di ricaduta socio-economica.

308534707 462121122621573 305770220928126951 n